· 

Reiki in Gravidanza: coccole per due


Ho la gioia di conoscere donne, amiche, in dolce attesa. Le vedo cambiare e a volte percepisco in loro l'alternarsi di luminosi entusiasmi e comprensibili paure. 

Ecco che ho pensato, allora, di parlare di Reiki e gravidanza, amorevole connubio di emozioni per mamma, bimbo e anche per l'operatore!

 

Partendo dal presupposto che Reiki fa SEMPRE bene (con soli due casi in cui non deve essere fatto. Parlerò presto anche di questo), durante i 9 mesi di gestazione e anche dopo il parto, può apportare notevoli benefici, fisici ed emozionali.

 

Già all'inizio della gravidanza, la neo mamma può trovare grande sostegno nei trattamenti Reiki, che le infondono serenità e tranquillità e le danno un utile supporto per superare i disagi dovuti al cambiamento ormonale: nausea, stanchezza, capogiri, dolori.

Nel corso dei 9 mesi, Reiki può aiutare la sfera emozionale della donna, infondendo pace, preparando al parto, ma anche aiutando la mamma a superare dolori relativi al peso della pancia, dolori lombari, circolazione linfatica delle gambe, contrazioni dovute a stress, tensioni muscolari, preparazione del perineo, insonnia, digestione e tutti i piccoli problemi dovuti alla gestazione.

 

E il bimbo? Lui è molto ricettivo al Reiki, che ne sostiene il processo di crescita ed evoluzione, già dalle primissime settimane della gravidanza.  Oltre ad accrescere l'intenso scambio energetico ed emozionale con la mamma.

 

Anche dopo la nascita, trattare la mamma con il Reiki può aiutarla a ritrovare il proprio equilibrio, elaborare la forte esperienza del parto e  rafforzare la relazione di attaccamento con il piccolo.

 

Parlando in termini "tecnici" ci sono alcune zone particolarmente indicate per il trattamento: 

 

  • ipofisi (sesto chakra) particolarmente attiva durante il ciclo mestruale e in gravidanza
  • addome (secondo chakra) durante la gravidanza la muscolatura uterina fa le “prove” per prepararsi al parto. Trattare la zona dell’addome significa anche offrire il sostegno alle fasi di attesa, di nascita, di venuta al mondo, di preparazione alla maternità.
  • perineo (primo chakra). Il perineo è quella parte anatomica che comprende i muscoli e la cute situati tra retto e vagina e sul quale viene effettuata, al bisogno, l’episiotomia (piccola incisione che permette di far uscire più agilmente il neonato durante il parto). Un perineo tonico ed elastico può non essere inciso, in questo caso tornerà più facilmente nella situazione naturale precedente alla gravidanza. Trattare il primo chakra successivamente alla gravidanza significa aiutare questo spazio a rimarginare e curare l’eventuale sutura della lacerazione.

 

 

Reiki può accompagnare in questa meravigliosa  "avventura di vita", aiutando il riequilibrio energetico di mamma e bambino in modo naturale, per aiutare a sostenere il corpo negli importanti cambiamenti che deve affrontare, donando serenità e tranquillità.

 

Se ti fa piacere che ti accompagni in questo viaggio contattami 

 

 

 

Se ti va, condividi:

Scrivi commento

Commenti: 0