Come si svolge il trattamento Reiki?

Sarai sdraiato/a con gli occhi chiusi, dovrai togliere solamente le scarpe ed, eventualmente, oggetti di metallo e orologi che hai indosso. 

Ti metterò una copertina (in estate no eh!) perché il rilassamento abbassa  la temperatura del corpo. 

Passerò le mani sulla testa ed alcune parti del corpo, per andare a trattare tutti i chakra. Nel caso tu abbia un problema fisico, successivamente mi concentrerò sulla parte malata che mi avrai indicato. Non necessariamente le appoggerò, posso tenerle alzate di qualche centimetro; saprai che abbiamo finito quando allontanerò le mani dai tuoi piedi (l'ultima parte che tratterò).

Perché dobbiamo parlare un pò prima di iniziare?

Ho bisogno di sapere quale è il problema che vuoi trattare, capire se è una cosa fisica cronicizzata o recente, oppure se il tuo disagio è di natura emotiva, interiore.

Devo sapere un pò di te per cercare di aiutarti nel migliore dei modi.

Come agisce l'energia nel mio corpo?

Attraverso il Reiki, la mia intenzione sarà focalizzata su quello che tu vuoi curare, ma devi comunque sapere che l'Energia va SEMPRE dove hai bisogno ed agisce per il tuo massimo beneficio. Questo vuol dire che, durante un trattamento, potrei "sentire" di dovermi soffermare su una parte del corpo di cui non avevamo parlato, ma che ha uno scompenso energetico. 

Una volta terminato, l'Energia continua ad agire per diverse ore (o anche giorni nel caso di Karuna Reiki).

Se sono scettico/a funziona comunque?

Assolutamente si. Non c'è bisogno che tu creda nell'Energia del Reiki affinché essa possa svolgere il suo compito. In ogni caso lavorerà per te, per il tuo beneficio, l'importante è la mia intenzione di trasmettertela e la tua di riceverla.

Quando è indicato fare un trattamento? A che cosa può essermi utile?

Il Reiki è qualcosa di così bello e puro, che fa bene SEMPRE e COMUNQUE.

Potresti decidere di farlo in periodi di particolare stress, quando hai bisogno di dedicarti un pò a te stesso e vuoi ricaricarti o "staccare la spina". Ma, ovviamente, è molto indicato anche in caso di malattie, in affiancamento alle terapie mediche. 

Ad esempio ti aiuta per:

- alleviare il dolore

- ridurre gli stati d'ansia

- attacchi di panico

- depressione

- accelerare la guarigione delle ferite

- aiutare nella convalescenza post-operatoria

- insonnia

- emicrania

...e tanto tanto altro!

 

Cosa succede durante il trattamento?

Potrai sentire calore, formicolio, o avvertire piacevolmente il Reiki che attraversa il tuo corpo. Potresti visualizzare delle immagini, lasciale scorrere cercando di non trattenerle, così come con i pensieri.

Potresti anche sentire l'impulso di ridere o piangere, va tutto bene, qualsiasi reazione è giusta. Nel Reiki niente è mai sbagliato. Potresti anche addormentarti!

In ogni caso, ti rilasserai moltissimo :-)

E se non sento niente, funziona comunque?

Si, funziona comunque. Le sensazioni sono sempre soggettive e possono anche cambiare di volta in volta per la stessa persona. Dipende dal momento in cui ti trovi, quindi non preoccuparti di dover percepire per forza qualcosa, pensa solo a rilassarti e goderti il trattamento, al resto ci pensa il Reiki.

Quanti trattamenti devo fare?

Non c'è una regola, dipende da te e lo valuteremo insieme. Nel caso di malattia o forte disagio emotivo, è preferibile fare dei trattamenti a distanza ravvicinata fino a che non stai meglio. Alcuni poi, anche senza problemi particolari, decidono di farsi trattare periodicamente per mantenere il giusto livello energetico, l'equilibrio dei chakra o semplicemente per mantenere il proprio stato di benessere. 

Quindi può essere 1 volta alla settimana, come ogni 2/3 mesi o 4 giorni consecutivi, dobbiamo capire insieme cosa è meglio per te.